Philippe Djian : Doggy Bag

Stasera non c’è niente in TV, così, invece di sfogliare i canali, ho deciso di aprire un libro che giace da tempo su uno dei miei scaffali. “Doggy Bag”. A dire il vero, il titolo non mi ha attirato, è stato più “la stagione 1” a sorprendermi. Cosa, un romanzo televisivo? Era ora di scoprirlo finalmente… Beh, ci siamo quasi! Philippe Djian scrive il suo libro come una serie americana, trasponendo i codici visivi alla parola scritta: scene girate sul posto, un’abile gestione della trama che mescola flash-back (chi è Edith, che decide di tornare da Marc e David, i due protagonisti della serie, vent’anni dopo?) e inquadrature diverse (una variazione di focalizzazioni che conferisce incisività alla storia). Il risultato è molto soddisfacente: personaggi caratterizzati, colpi di scena di ogni tipo… insomma, una soap opera letteraria ma senza le pagine pubblicitarie!
Ci appassioniamo subito a Marc e David, fratelli nemici per la pelle, proprietari di un garage, alle prese con rischi sentimentali. Intorno a loro gravitano victor e irène, i loro genitori, edith, sonia, la figlia di lui, e molti altri, tutti legati da un passato che rimane oscuro… ma Djian non ci dice tutto, visto che la seconda stagione è appena stata pubblicata, che la terza è prevista per ottobre e che le altre sono previste per il 2007-2008.
Piuttosto soddisfatto, cambierò il mio telecomando con un segnalibro. Djian è riuscito in un insolito esercizio di stile: far sì che i francesi trascorrano le loro tre ore libere al giorno davanti a un libro anziché davanti alla TV! E già solo per questo possiamo toglierci il cappello!

Philippe
Djian Doggy Bag saison 1 Editions julliard,  2005 €

Libro – 888 consigli per l’arredamento d’interni

I libri decorativi sono attualmente molto popolari. Ne troverete sempre di più sugli scaffali e avrete un’ampia scelta. Oggi la casa editrice Place des Victoires lancia “888 consigli per la progettazione degli interni”. In esso troverete 670 pagine con più di 1200 foto e nuove idee e suggerimenti per la decorazione.

Ogni parte della casa non viene trascurata, dal soggiorno, alle camere da letto, ai bagni e alle aree esterne dell’abitazione : come la ristrutturazione del bagno (vedere : rénovation de salles de bain à carcassonne), ristrutturazione delle facciate delle case… Inoltre, il libro offre i materiali, i colori e i tocchi decorativi più particolari con una sintesi impressionante.

Capitolo del libro : Adesivi murali, la decorazione d’interni del momento

L’arredamento della nostra casa è essenziale per avere un ambiente in cui sia bello vivere. Per rinnovare il nostro ambiente di vita e dare un’aria di novità permanente alla nostra casa. Prima, per ottenere questo risultato, bisognava ridipingere le pareti e cambiare la carta da parati, ma oggi gli adesivi murali e le decorazioni adesive sono diventati di grande tendenza grazie ai loro motivi, alle loro forme e soprattutto ai loro colori.

È la nuova moda della decorazione che sta facendo la sua comparsa e, a poco a poco, riesce a imporre il suo nome e il suo uso agli individui. Si tratta di decorazioni adesive, comunemente chiamate adesivi murali. Possono essere collocati su superfici lisce come vetri e specchi, ma sono soprattutto le pareti a beneficiarne.

Gli adesivi murali hanno fatto un notevole ingresso nel mondo dell’interior design e non possiamo che esserne felici. Sono semplici da applicare e molto più leggeri alla vista, poiché vengono applicati in punti selezionati e non coprono l’intera parete, a differenza della carta da parati. È necessario pensare al punto in cui si intende posizionarli sulla parete, perché se da un lato sono facili da applicare, dall’altro possono essere più complicati da rimuovere. Pertanto, è meglio essere sicuri di ciò che si sta facendo e prestare attenzione alla qualità degli adesivi e del rivestimento murale. Devono essere applicati su una superficie liscia ed evitati, se possibile, sulla vetroresina perché, se si desidera rimuoverli in seguito, lasciano tracce molto difficili da eliminare.

Gli adesivi murali sono realizzati in vinile e molto spesso raffigurano immagini della natura, come campi verdi, animali, fiori, arbusti e molto altro. Ci sono anche quelli che fungono da trompe l’oeil. Esistono negozi specializzati che possono fornire adesivi murali di qualsiasi dimensione, forma, colore e immagine.

Forse uno dei motivi dell’attuale successo degli adesivi murali è la loro facilità d’uso. L’unico vero requisito per l’installazione degli adesivi è la condizione e il tipo di superficie, che deve essere preferibilmente lucida, plastificata o smaltata. Grazie alla loro facilità di utilizzo e modificabilità, unita alla varietà quasi illimitata di disegni, gli adesivi murali stanno diventando sempre più un must per il miglioramento e la decorazione della casa.

Conclusione : 888 consigli per l’arredamento d’interni

Con 670 pagine di consigli e suggerimenti, potrete beneficiare di un’ampia gamma di scelte per organizzare al meglio volumi e mobili. La scelta dei colori, il modo migliore per combinarli e i diversi modi di combinare i materiali vi saranno forniti. Qualunque sia il vostro stile, in questo libro troverete quello che cercate, perché ce n’è per tutti i gusti.

888 consigli per l’arredamento d’interni, éditions Place des Victoires

Valorizzare la casa con Stéphane Plaza

Come si può aumentare il valore della propria casa senza fare grandi lavori e senza spendere una fortuna ? Saprete tutto grazie a Stéphane Plaza, l’agente immobiliare della trasmissione “Maison à vendre” (M6).

Dopo il successo del suo primo libro “Recherche appartement : tous les pièges à éviter”, Stéphane Plaza ha pubblicato “Maison à vendre : valoriser votre logement”! Ancora una volta mette la sua esperienza e il suo talento al servizio di chi desidera vendere un immobile.

In questo libro scoprirete i vantaggi dell’home staging. Stéphane Plaza condivide i suoi consigli e trucchi per rinnovare in modo semplice e veloce tutti gli ambienti della casa e invogliare i futuri acquirenti a comprare : preventivo per la costruzione e la ristrutturazione (construction rénovation maison), ristrutturazione del bagno, ristrutturazione della cucina etc.

home staging

Quando si scopre una casa o un appartamento, l’aspetto generale percepito nei primi minuti è decisivo per il 90% dei visitatori. L’obiettivo del consulente di Home Staging è quello di rendere l’immobile il più attraente possibile, fornendo raccomandazioni sulla disposizione e sulla decorazione. Soluzioni semplici e poco costose per mettere tutte le possibilità dalla vostra parte.

Infatti, il primo “sguardo” è decisivo per il 90% dei futuri occupanti di una casa. Il consulente di home-staging, attraverso consigli semplici e poco costosi, favorirà la proiezione personale dei vari visitatori nell’immobile e, attraverso consigli per piccoli lavori, eliminerà le fonti di cattiva immagine e i motivi di contrattazione, migliorando così le condizioni della transazione. Un immobile ben tenuto, neutro in termini di decorazione e layout, viene venduto o affittato con poco margine di negoziazione, mentre nel caso opposto si possono proporre riduzioni dal 5 al 20%.

Alcune informazioni sull’autore
Stéphane Plaza ha lavorato per 19 anni in due grandi agenzie immobiliari della regione di Parigi. Uomo appassionato e dalla vocazione incrollabile, nel 2005 è stato invitato a partecipare alla trasmissione televisiva Recherche appartement ou maison. Stéphane Plazza, beniamino dei telespettatori, è diventato il conduttore principale di Maison à vendre e del programma quotidiano 30 consigli per trovare il proprio corpo.

Casa in vendita : aggiungere valore alla vostra proprietà

Stéphane Plaza
Hachette Pratique
170 x 225 mm
192 pages. 15 €

Pastworld di Ian Beck – fin

Genere: Fantascienza
Voto: 2,5/5
Editore: Asengard
Pagine: 288
Prezzo: 14,90€

Ma il vero callo di questo romanzo sono i personaggi: sono… vuoti. Non si riesce a immedesimarsi, a affezionarsi a loro, a provare qualsiasi cosa nei loro confronti, neppure astio. I personaggi di questo romanzo ti lasciano indifferente.

La lettura prosegue grazie all’interessante idea di fondo della trama e ai molteplici colpi di scena, ma vi confesso che, se fosse finito con Caleb e Eve schiacchiati da una carrozza o con i due protagonisti come nuovi padroni di Pastworld, per me, dal punto di vista emozionale, non avrebbe fatto alcuna differenza.

Interessante l’idea di alternare i vari POV fornendo a essi una diversa formattazione, anche se devo ammettere che i capitoli di Eve mi sono risultati più indigesti: forse perchè nelle parti di Caleb si trova l’unico personaggio tridimensionale della storia, Bible J, che perlomeno è simpatico xD

Davvero un peccato, un’idea di partenza meravigliosa, sviluppata in modo inadeguato. Mezza stellina in più per la fantasia.

 

Pastworld di Ian Beck

Già ammaliata dalla trama di questo libro in lingua inglese, sono stata ben felice di scoprire che sarebbe arrivato nelle nostre librerie grazie alla casa editrice Asengard. Per cui alla fiera del libro di Torino me lo sono comprato con un sorriso a 32 denti, accompagnata da Keira. Finalmente ho potuto leggerlo e… ne sono ahimè rimasta delusa.

E’ proprio vero che non bisogna crearsi grandi aspettative, ma leggendo questa trama chiunque ci sarebbe cascato! Promette scintille! Ma soprattutto, un’ambientazione da urlo: un parco a tema che ricostruisce niente meno che la Londra vittoriana!

Quante di noi sognano una cosa del genere!?

E la ricostruzione è talmente fedele, che sono presenti persino mendicanti e malviventi, e la legge applicata da Scotland Yard è quella che vigeva al tempo della regina Vittoria. Insomma, la Buckland Corporation non ha lasciato nulla al caso: chi vuole accedere al parco, pagando ovviamente profumatamente, deve lasciarsi tutto ciò che è moderno alle spalle e immedesimarsi completamente nella vecchia fumosa Londra. Ma com’è il mondo al di fuori di Pastworld? Non lo sappiano, se non tramite qualche cenno. E come mai Londra è stata ricostruita come parco? Cosa ha distrutto la vera città? Purtroppo Ian Beck non ci dice neppure questo, e in un certo senso l’ambientazione da sogno da lui costruita perde così qualche punto, inserendosi in un contesto piuttosto vago.

 

 

 

 

 

 

Libri : La principessa di ghiaccio di Camilla Läckberg

Tra le novità editoriali che ci aspettano per il 2010 oggi vogliamo proporVi un romanzo di un’autrice ancora inedita in Italia e che arriverà nelle nostre librerie il 13 gennaio per i tipi Marsilio. Stiamo parlando di Camilla Läckberg che con ‘La principessa di ghiaccio’ (The Ice Princess) è stata definita dalla critica come il nuovo fenomeno del thriller svedese.

Con i diritti di pubblicazione del suo libro venduti in 27 paesi, con più di 3 milioni di copie vendute in Svezia, best-seller in Francia (rayon “livres biographies historiques“), Spagna e Germania, ‘La principessa di ghiaccio’ sarà presto un film prodotto in Francia da UGC.

Ora che il romanzo poliziesco scandinavo è cerchiato di rosso sulla mappa giallistica internazionale (e sono in traduzione altre crime novel di altri autori svedesi), è diventato chiaro ai lettori che Henning Mankel – cavallo di Troia dei giallisti svedesi – è stato solo la punta di un iceberg. Ora i lettori in Gran Bretagna, in America, in Italia e in altri Paesi, stanno iniziando a scoprire che ci sono altri veri scrittori che vengono da quelle Zone.

E un nome che sarà presto sulla bocca di tutti gli amanti del giallo è quello di Camilla Leckberg – già molto nota nel suo paese natale, la Svezia, con sette romanzi all’attivo. Il primo a raggiungere questi lidi, tuttavia, è La principessa di ghiaccio – e il suo fenomenale successo in Svezia sembra destinato ad essere replicato anche in Italia.

 

Le emozioni difettose di Laurie Halse Anderson

Laurie Halse Anderson ci presenta un nuovo romanzo per young adults scritto con il cuore che di certo non potrà lasciarvi indifferenti.

Kate è una ragazza sull’orlo di un baratro, lo capiamo sin dalle prime righe di un romanzo: troppe preoccupazioni le occupano la mente, rendendole quasi impossibile persino dormire. Deve pensare al padre, al fratello, alla casa, all’ammissione al college… e successivamente anche a Teri e al suo fratellino Mickey. Kate corre fino allo sfinimento pensando di sentirsi meglio, ma in realtà la sua è solo una mera illusione. Gli amici che le stanno intorno, il suo fidanzato, rappresentano per lei quasi un fastidio: le sembra che tutti le puntino un indice contro, che vogliano sapere cosa ne farà del suo futuro, quando neanche lei lo sa più. E continua a correre. E a ingoiare, ad accumulare rabbia e dubbi dentro di sè, senza mai esplodere. La Anderson descrive magistralmente le sensazioni di Kate, il suo sentirsi doppia (Kate Buona e Kate Cattiva), insicura dentro, perfetta fuori, il suo crollo emotivo. Pagina dopo pagina, si avverte sempre più un peso sullo stomaco, empatizzando con Kate.

Poi arriva Teri. E qui il lettore cade in confusione, esattamente come Kate, perchè Teri è un personaggio veramente strano, ai limiti del comprensibile. La ho odiata, criticata, temuta insieme a Kate, pagina dopo pagina, sino ad un triste punto di svolta. Ed è qui che la Anderson tocca il suo picco narrativo, portandomi a piangere lacrime calde. È incredibile la maestria di quest’autrice nel descrivere il mondo adolescenziale: nonostante si riferisca a una realtà scolastica completamente diversa dalla nostra, in parte a noi estranea, riesce a colmare il divario con le sue parole cariche di emozioni. Quello che prova Kate può provarlo chiunque di noi, è legato alla situazione in cui si trova ma è infinitamente riproducibile in decine di altri scenari.

C’è tutto in questo romanzo e si passa dalla preoccupazione al pianto disperato al sorriso nel giro di quello che sembra un secondo: in realtà, ti accorgi girando un’altra pagina di essere arrivata alla fine senza essertene neppure accorta.

Un romanzo di formazione e di introspezione che consiglio a tutti i ragazzi: se poi avete apprezzato le altre due opere di quest’autrice, non potete farvi mancare Le emozioni difettose.

Libri : Rue de la Cloche di Serge Quadruppani

Giovedì 26 novembre alle ore 18:00 presso la libreria Modo Infoshop Interno 4 (via Mascarella 24/b – Bologna) verrà presentato ‘Rue de la Cloche’, il nuovo romanzo di Serge Quadruppani pubblicato il 18 u.s. da Marsilio Editori.

Dopo ‘Y’ (Marsilio, 2008) vede finalmente la luce anche in Italia il secondo volume della trilogia poliziesca di Serge Quadruppani, un romanzo che tra politica e criminalità, complotti e rocambolesche avventure, conferma tutte le qualità di questo maestro del noir d’Oltralpe.

Titolo: Rue de la Cloche
Titolo originale: Rue de la Cloche
Genere: Gialli, Horror, Thriller, Noir
Autore: Serge Quadruppani
Traduzione: Maruzza Loria
Editore: Marsilio
Anno: 2009
Collana: Farfalle
Informazioni: pg. 256
Codice EAN: 9788831798297

 

 

Libri: La casa del vento di Cynthia Russo – Marsilio Editori

Sono gli autori esordienti la vera linfa dell’editoria e sono molte le case editrici che prestano particolare attenzione ai testi che possono rappresentare il loro stesso futuro, così l’ormai prossimo mese di gennaio 2010 vedrà non pochi scrittori alla loro prima pubblicazione fare capolino dagli scaffali delle librerie o sulle vetrine online.

Tra i tanti abbiamo pensato di presentarVi l’opera prima di Cynthia Russo, ‘La casa del vento’, che verrà pubblicata nel prossimo mese di gennaio da Marsilio Editori. Un romanzo che affronta il tema della perdita causata dalla morte, del dolore che accompagna i giorni di chi rimane, del senso di vuoto e smarrimento che pervade ogni azione e pensiero.

E allora è importante superare l’angoscia, interiorizzare il dolore per trovare la forza di riaffrontare la vita con nuovo slancio. Scrivere potrebbe essere una buona soluzione per superare i sensi di colpa, scrivere per raccontare al proprio caro che ci ha lasciati tutto quello che non siamo stati capaci di esprimere direttamente, scrivere facendo rivivere dentro di noi la persona amata e riprendere, nel suo ricordo, a vivere …

 

una autrice di urban fantasy : Gail Dayton

New Blood

Autore : Gail Dayton

Inedito in Italia

Trama: Siamo nel 1800. L’ultima strega (in questo libro strega stà anche per maga è generico) donna fu bruciata al rogo nel 1600, e da allora il mondo non ne ha più vista una. Jax, il servo di sangue di quella strega, ha vagato per il mondo per due secoli, cercando chi potesse succederle, e finalmente ha trovato Amanusa. Lei ha il potere ma lo percepisce come qualcosa di maligno e non vuole usarlo, sarà solo il desiderio di vendetta a farle utilizzare il suo potere. E questo poi la costringerà a fuggire dai suoi inseguitori, insieme a Jax che è indossulibilmente legato a lei dal sangue e dalla magia……

 

2. Heart’s Blood

Autore : Gail Dayton

Inedito in Italia

Trama: Londra. Il mago divinatore Grey, figlio di un duca, si risveglia dopo una notte di baldorie di cui non ricorda nulla. In una strdina di una zona malfamata di Londra, poco lonrano da un cadavere, ucciso con l’uso della magia. Accusato dell’omiciìdio viene arrestato e per chiedere aiuto ai suoi amici deve fidarsi di Pearl, una ragazza che vive nel quartiere e gli offre il suo aiuto in cambio di un favore. Vuole diventare l’apprendista di Grey.
Pearl ora è povera, ma in passato prima che suo padre perdesse tutti i loro beni anche lei viveva nei quartieri alti ed intende tornarci. Diventare una maga potente e famosa glielo permetterà. Grey seppur a malincuore accetta il suo aiuto. Uscito di prigione lui e Pearl dovranno però cercare il vero colpevole. Chi è che semina morte per le strade di Londra usando la magia?

L’amore ha indubbiamente spazio nelle trame dei due libri, ma non sono semplici romance , l’azione e l’intrigo, occipano la parte maggiore dei libri. Inoltre l’aurice dipinge molto bene gli scenari dell’epoca, e inventa un mondo nuovo e diverso, abitato dalla magia. io li ho letti e mi sono molto piaciuti.