La guerra di Boubacar, di Francesca Caminoli

Nella storia di questi due uomini,  si intersecano quelle di Boubacar Diop, che porta il nome del nonno e di Gustavine Flaubert. Lei è lo specchio del precariato giovanile odierno, lui il migrante che cerca un riscatto in Europa. Gustavine racconta un viaggio improvviso, in cui pensando al suo possibile futuro mette in discussione la sua vita, i suoi affetti, il suo lavoro, le sue scelte.

Boubacar racconta una traversata fatta di preghiere per sopravvivere alla tempesta del mare e di morti gettati in acqua : arriverà nella terra liberata dal nonno, ma ci arriverà da clandestino.